Tommaso Romolotti

Tommaso RomolottiNato a Montecchio Emilia il 17 Dicembre 1995 Tommaso è Direttore Creativo  di Education Around.

Potenziale genio Musicale, ha iniziato a suonare il pianoforte in tenera età, per poi passare al Clarinetto che ha studiato sei anni presso il conservatorio Achille Peri di Reggio Emilia. Ha partecipato a diversi scambi culturali tra il 2010 e il 2013 presso la TCU di Forth Worth e la UCLA di Los Angeles. Frequenta il liceo Scientifico Aldo Moro in cui si diploma nel 2014. Si inscrive al corso di laurea in filosofia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano dove si laurea nel 2017 presentando una tesi su Albert Camus avente come tema il problema del suicidio e come scopo l’instaurazione di una morale che non poggi le proprie basi né sull’esistenza di Dio né sulla divinizzazione della ragione. Tra il 2016 e il 2017 ha organizzato insieme all’associazione Ek.statika svariate iniziative culturali tra cui il ciclo di seminari “Il pensiero quale risposta al dramma della vita. Un viaggio attraverso il tragico e il comico” (tenutosi presso la medesima università), in cui ha partecipato come relatore insieme ai professori Massimo Donà e Andrea Tagliapietra, sempre con ek.statika organizza e partecipa al festival della filosofia a Fano. Il 6 febbraio 2018 presenta con Nadia Fusini il libro “Vivere nella Tepesta” presso lo Spazio Formentini di Milano e organizza in collaborazione con l’Accademia del Lusso un evento svoltosi presso la galleria Lattuada di Milano durante la fashion week sul tema del rapporto tra moda e filosofia. Il 17 Dicembre del 2017 prende parte attiva all’organizzazione dell’evento “Omaggio degli allievi a Emanuele Severino” tenutosi presso il teatro Franco Parenti di Milano. È iscritto al corso di laurea magistrale in Filosofia del Mondo Contemporaneo presso l’Università Vita-Salute San Raffaele.

Tommaso sogna fin dalla tenera età di poter diventare un regista, ma ha scelto di studiare filosofia perchè crede che la cultura sia l’unico mezzo attraverso il quale si possa accedere ad un vocabolario sufficientemente elaborato, tale per cui, l’espressione creativa possa esimersi dall’essere scontata.

Il team di Educationaround