fbpx

EA Ranking 2019: Lauree Magistrali in Lingue

Per i corsi di Laurea Magistrale di area linguistica, il podio è occupato dall’Università per Stranieri di Perugia, dall’Università di Bergamo e da quella di Trento. Il tasso d’occupazione degli studenti laureati presso l’università prima in classifica (Perugia) è del 100% e il loro stipendio a cinque anni dal conseguimento della laurea è decisamente più alto della media nazionale (si attesta sui €1.657). A tal proposito va segnalata una decisa progressione in avanti rispetto al salario percepito a un anno dal titolo, che a Perugia Stranieri non è il più alto: con una media pari a €1.110 è inferiore a quello dei laureati presso l’Università di Verona (€1.200). Prendendo in considerazione il tempo che trascorre, in media, dall’inizio della ricerca al reperimento del primo lavoro, occorre segnalare le università di Bergamo e quella di Urbino Carlo Bo, con una media di 1.7 mesi, la migliore della categoria.

Per stilare questo ranking sono stati utilizzati i seguenti gruppi di criteri: prospettive occupazionali (53%), internazionalizzazione (20%), alumni network (17%) e tirocini (10%).

0 %
Tasso medio di occupazione
0
Durata media (anni)

Classi di laurea

Lingue e letterature dell’Africa e dell’Asia

LM-36

Lingue e letterature moderne europee e americane

LM-37

Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale

LM-38

Linguistica

LM-39

Traduzione specialistica e interpretariato

LM-94

Dati del collettivo

Numero di laureati (2016)4.760
Percentuale sul totale dei laureati italiani (magistrali)6%
Tasso di occupazione (un anno dalla laurea)74%
Durata media degli studi (anni)2,8
Studenti che hanno svolto periodi di studio all’estero32%
Voto medio di laurea108,3

(Dati AlmaLaurea 2018)