EA Ranking 2018 – Le migliori università pubbliche per Ingegneria

Il ranking 2018 di Education Around per il gruppo disciplinare di Ingegneria ha considerato tutte le Lauree Magistrali (biennali) offerte dagli atenei italiani statali nel settore. Quali sono le università che offrono le migliori opportunità ai futuri ingengeri? Quali offrono le migliori prospettive di stipendio? Quali invece favoriscono al meglio gli scambi internazionali?

Le università considerate nel ranking sono 39, e le classi di laurea oltre 15: aerospazialebiomedicachimica, civile, sicurezza, automazione, telecomunicazioni, elettrica, elettronica, energetica, gestionale, informatica, meccanica, matematica, navale, ambientale e dei materiali. Sono invece 9 i criteri considerati per stilare la classifica: tasso di occupazione (30%) e disoccupazione netta (5%), stipendio ponderato al costo della vita (10%), velocità di ottenimento di un lavoro post-laurea (5%), attinenza della professione svolta al corso di studi (10%), quantità di Alumni (10%), efficacia della laurea nella professione svolta (5%), presenza di un tirocinio riconosciuto dal corso di laurea (5%) ed infine internazionalizzazione, ovvero percentuale di laureati che hanno svolto periodi di studio o stage all’estero (20%). Ecco la classifica finale:

Tabella_Ing
EA Ranking Ingegneria 2018

 

 

Svetta in cima alla classifica il Politecnico di Milano*, che domina anche le classifiche parziali di molti criteri. I suoi 795 laureati del 2015 hanno trovato lavoro entro un anno dalla laurea nel 96,7% dei casi (#1) con uno stipendio netto mensile medio di €1.587, il più alto se non pesato al costo della vita. È record anche la disoccupazione netta, ferma al 1,9% (#1), così come l’attinenza della professione svolta al corso di laurea (86,8% – #1), l’efficacia della laurea sul posto di lavoro (84,2 – #1) e la percentuale di tirocini riconosciuti (65,9 – #1). Infine, il PoliMi stacca tutti anche sul tasso di internazionalizzazione (40,9% – #1), di quasi 13 punti percentuali superiore alla seconda nel parziale (Padova).

Al secondo posto l’Università di Brescia, forte di un brevissimo tempo di ricerca necessario a trovare un lavoro (1,8 mesi – #1), un ottimo tasso di occupazione (93% – #7) e tassi molto alti di tirocini (43,5% – #7) e internazionalizzazione (27,2% – #3).

A chiudere il podio “a quattro” ci sono due università la cui differenza di punteggio (0,2 su 100) è di fatto inferiore al margine di errore della classifica e per questo si devono considerare parimenti.

L’Università di Padova, dopo un primo posto conquistato nella classifica di economia, raddoppia la dose e si classifica terza. Per i suoi 863 laureati (#4) un tasso di occupazione al 91,3% (#8) e un eccezionale tasso di internazionalizzazione al 27,7% (#2). Molto basso inoltre il tempo necessario a trovare un lavoro (2 mesi – #4), un ottimo dato considerata anche la mole di laureati dell’università.

Infine, a chiudere il podio troviamo l’Università di Modena e Reggio Emilia. L’ateneo emiliano è ai vertici grazie ad un tasso di occupazione del 95,1 (#4) e una conseguente bassissima disoccupazione netta (4,9% – #2), a un tempo di ricerca molto basso (1,9 mesi – #3), e percentuali altissime di tirocini (57,7% – #3), efficacia della laurea nel lavoro svolto (67,2% – #4) e affinità della professione con il corso di laurea (69% – #4).

Nelle classifiche parziali, un ottimo piazzamento in “internazionalizzazione” per la pronosticabile Bologna (27,2% – #4), e due ottimi piazzamenti di outsiders: Palermo (25,4% – #5) e l’Aquila (22,2% – #8). Altissime le percentuali di occupazione invece anche per Verona (che però partecipa alla classifica con un solo corso di laurea e meno di 30 laureati) e Firenze, entrambe sopra al 95%. Il Politecnico di Torino invece domina la classifica Alumni, con ben 2.265 laureati nel 2015, più del doppio della seconda classificata nella categoria (Roma La Sapienza).

Per consultare il foglio di Excel con tutti i valori assoluti, e i ranking ordinabili per ogni parametro: EA Ranking 18 – Ingegneria.

Per maggiori informazioni riguardo utilizzo e metodologia, consultare: I Ranking di EA.

*Nota metodologica: il Politecnico di Milano non è presente sul database di AlmaLaurea. I relativi dati sono estratti dall’indagine (estremamente esaustiva) analoga a quella di AlmaLaurea ma condotta dall’università stessa e accessibile sul sito di ateneo.

Parole chiave: Classifica , Università , Ingegneria , Ranking , Magistrale , 2018

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.